News
  • Solo Crudo: 5 buoni motivi per provare il nuovo menu di primavera
    Solo Crudo il miglior raw bistrot di Roma presenta il nuovo gustosissimo menù
  • Carpineto, il Nobile che conquista
    E' il più amato da Wine Spectator: ecco perché
  • 13 in tavola: alcuni assaggi dalla guida Bere Bene 2017 del Gambero Rosso
    Tra grignolini, belloni, cesanesi, grechetti, merlot e dolcetti, ma anche nebbioli in versione Barbera, malvasie, cerasuoli e altri impossibili da elencare in modo esaustivo, si è svolta la degustazione Bere Bene 2017, la guida del Gambero Rosso ai vini (buoni) da bere tutti i giorni e non solo nelle occasioni speciali, perché costano al massimo […]
  • Tre Bicchieri di quello buono, anzi buonissimo: i premi speciali della Guida Vini d’Italia 2017
    E’ il trentesimo compleanno per la Guida Vini d’Italia del Gambero Rosso, tempo di consuntivi e osservazioni. In trent’anni i vini maturano, le tecniche si affinano, gli enologi cambiano, si susseguono le generazioni così come le mode in cantina e iuin vigna. Barrique, anfora, giara, lieviti autoctoni, selezionati, antichi vitigni riscoperti e riproposti, una continua […]
  • Ah, che bellu caffé! I migliori Bar d’Italia secondo Gambero Rosso
    Caffeinomani d’Italia rallegratevi pure, in quanto a qualità e quantità non siamo secondi a nessuno! Il ritratto dell’Italia dei bar che emerge dalla guida Bar d’Italia 2017 curata da Gambero Rosso Editore è positivo e incoraggiante. Cresce la professionalità di chi sta dietro al bancone, la consapevolezza dei consumatori, l’attenzione alla selezione delle materie prime, […]
  • Mercato Centrale: bello, buono, ma…
    Ha inaugurato col botto il Mercato Centrale, nuovo spazio gourmet all’interno della Stazione Termini, che finalmente realizza il progetto pensato negli anni Quaranta dall’architetto Angiolo Mazzoni. La sua ‘cappa’ marmorea, dopo quasi ottant’anni, sovrasta un ristorante, come da progetto originale, ma secondo un concetto di ristorazione fluida, in cui la stessa sala è servita da […]
  • Gluten Free Days 2016: in principio era il grano…
    Spaghettata ajo e ojo addio? Si improvvisava, metteva d’accordo tutti, era pronta in dieci minuti e costava niente. E le pastasciutte celebri del cinema? Le mani affondate nello scodellone comunitario in Miseria e Nobiltà, o l’Americano a Roma Nando Mericoni che col maccarone ci parlava proprio: “M’hai provocato e io me te magno”. Fino a […]
  • Vorberg, l’eclettico trasformista
    Sette annate per sette magnum
  • Dacci oggi questo pane quotidiano
    Una volta il ‘fornaio’ era un’entità coperta di farina che lavorava col buio, e alla chiusura dei locali notturni si faceva a gara per trovare un laboratorio che rilasciasse il pezzo di pizza rossa appena fatto, alle 3 o alle 4 del mattino. Che non era proprio permesso, ma a quell’ora si chiudeva un occhio. […]
  • Radici: la Puglia degli autoctoni
    Mi piace scambiare chiacchiere con i vignaioli, parlano delle vigne come fossero parenti, chi può le chiama pure per nome. Mi piace ascoltare la rievocazione dei gesti di padri-nonni-trisavoli che la necessaria modernizzazione non soppianta ma nei casi migliori ottimizza, per venire incontro a un mercato sempre più esigente e competitivo. Degustazioni ‘orizzontali’, come la […]